Cecina: riaperta via Fratelli Rosselli, ricostruita la fognatura.

Ieri pomeriggio, 6 agosto, alle ore 15 via Fratelli Rosselli è stata riaperta, dopo la conclusione del complesso cantiere iniziato il 9 luglio che ha riguardato l'integrale ricostruzione di un tratto di fognatura mista franata a circa 6 metri di profondità a causa di un collasso strutturale che ha generato un avvallamento del manto stradale.

Considerata la particolare complessità che da subito il cantiere ha presentato, in quanto era chiaro si dovesse procedere con uno scavo molto profondo e in presenza di interferenze con numerosi altri sottoservizi, mantenendo tutti i requisiti di sicurezza, è stato necessario, d’accordo con la Polizia Municipale, chiudere al traffico dei veicoli l’intera strada in via precauzionale.

La ditta incaricata da ASA ha impiegato sin dall’avvio del cantiere tutto il personale a disposizione nella zona e cioè 3 squadre operative e mezzi speciali che si sono alternate anche durante i fine settimana.

I primi lavori di scavo si sono protratti per tutta la giornata di sabato 11 e domenica 12 luglio, resi particolarmente complicati oltre che dalla presenza della condotta dell'acquedotto che si trovava proprio al centro del cantiere, subito deviata da ASA, anche dalla presenza di altri sottoservizi di altri gestori (Enel, Gas, Pubblica Illuminazione).

Di particolare interferenza la presenza di una linea Enel da 15.000 V, che per motivi di sicurezza si è dovuta bypassare con un cavo provvisorio in uno scavo di circa 40 metri in previsione poi di effettuare lo spostamento definitivo della linea interrata.

Per i primi 7/8 giorni circa, si è dovuto operare solo nella finestra temporale in cui Enel ha tolto tensione al cavo e cioè dalle ore 8 alle 17.

Nella mattinata del 21 luglio gli operai del Comune hanno provveduto anche allo spostamento della linea della pubblica illuminazione, consentendo di procedere con le lavorazioni in piena sicurezza.

Il lavoro di ricostruzione del tratto di fognatura franato si è sviluppato dal pozzetto d’ispezione della fognatura a valle mediante la posa di 4 barre di tubo del diametro di 400 mm per uno sviluppo complessivo di circa 15 metri, sempre facendo scorrere le protezioni meccaniche a tutela e sicurezza dei lavoratori a una profondità di posa di oltre 6 metri.

Sabato 25 luglio, per completare il lavoro di fognatura e il ripristino definitivo delle condizioni di esercizio della stessa, è stato realizzato e messo in servizio un nuovo pozzetto d’ispezione.

I lavori di ripristino dei giorni successivi hanno previsto il riposizionamento e ricollegamento della tubazione del pubblico acquedotto, il riallacciamento della pubblica illuminazione, la realizzazione dello scavo definitivo di circa 80 metri per consentire la posa e il collegamento del nuovo cavo Enel da 15.000 V avvenuto il 5 agosto a partire da via Ticino fino ad arrivare alla cabina Enel davanti a via Pascoli.

Sabato 1° agosto è stata realizzata una nuova griglia stradale che attraversa l’intera via Ticino, mentre il 3 agosto sono iniziate le asfaltature della parte nord del cantiere in quanto la parte sud era ancora occupata da Enel per i lavori preparatori di collegamento alla cabina posta all’incrocio con via Pascoli.

Il 4 agosto è stato posato lo strato definitivo di asfalto della parte nord in via Fratelli Rosselli, eseguiti lavori di preparazione per la chiusura degli scavi Enel e infine rialzati tre chiusini della fognatura.

Da una prima stima l’intervento a carico di ASA è costato oltre 125.000 €.

Si ritiene che l’esecuzione dei lavori sia stata effettuata nel rispetto di tutte le esigenze per l’incolumità e la sicurezza dei lavoratori e la salvaguardia ambientale, delle persone e dei fabbricati prospicienti la strada. La complessità del cantiere e di conseguenza la sua durata hanno comportato evidenti disagi alla popolazione residente e alle attività commerciali della zona, nonostante si sia cercato di lavorare con il massimo dispiegamento di forze e garantendo comunque sempre il passaggio pedonale.

 

cecina

cecina 2

cecina 3

cecina 4

 

 

 


numeri di emergenza

emergenza acqua

emergenza gas

Back to top